Lettera al Presidente della Regione Liguria Claudio Burlando

Lettera al Presidente della Regione Liguria Claudio Burlando

E’ un dovere difendere le ingiustizie verso i poveri cittadini!

 

Gentilissimi Presidente e Assessore,

 sono venuta a conoscenza di una incresciosa situazione che coinvolge 130 famiglie residenti nel comune di Dolcedo (Imperia).

In questi giorni è stato inoltrato dalla Procura di Imperia a tutte queste famiglie un avviso di garanzia per lottizzazione abusiva e richiesta di esproprio. Queste persone si vedono togliere da un giorno all’altro la propria casa, frutto di sacrifici di una vita, senza un valido motivo.

Tra queste famiglie c’è chi mi ha segnalato che nel 2009 ha acquistato regolarmente, tramite agenzia immobiliare, un immobile sito a S. Brigida (frazione del comune di Dolcedo), investendo tutti i propri risparmi e accendendo un mutuo trentennale per 160mila euro. Tutta la documentazione era regolare, compreso la licenza edificatoria rilasciata nel 2003 e tutte le successive DIA.

Nel 2010 arriva però, come un fulmine a ciel sereno, una comunicazione dalla Provincia di Imperia che dichiarava nullo il titolo edificatorio in quanto nella zona, classificata agricola, seppur non coltivata,  nella quale erano previsti alcuni insediamenti sparsi, il comune di Dolcedo avrebbe rilasciato un numero di licenze edilizie giudicato eccessivo.

In data 6 giugno scorso, il comune ha provveduto a realizzare e a presentare, nella conferenza dei servizi indetta in Regione Liguria, il primo dei quattro SUA (Stazione Unica Appaltante) previsti.

Il comitato tecnico regionale deve ancora esprimersi sulla questione. E’ necessario e urgente che vengano approvati al più presto i SUA, perché in questo consentirebbe una prima regolarizzazione.

Vi informo, affinché la commissione regionale che si esprimerà in questi giorni possa dare un contributo risolutivo alla questione.