Comunicato su ponente genovese ignorato da Expo 2015

Comunicato su ponente genovese ignorato da Expo 2015

Genova, 4 maggio 2015 – Raffaella Della Bianca (Gruppo Misto):

 

 

«La Liguria è solo Genova e il Levante. Questo è quello che viene promosso attraverso i depliant distribuiti ad Expo. È vergognoso che le eccellenze del Ponente non siano neppure menzionate. Penso al pesto di Prà, alla focaccia di Voltri, a Villa Pallavicini o alla Duchessa di Galliera e a molto altro ancora. Un patrimonio di inestimabile valore che a causa dell’inefficienza delle istituzioni locali non ha la possibilità di far bella mostra di sé, nell’importante vetrina milanese dell’Expo, volano economico e turistico per tutto il nostro territorio».

 

La consigliera Della Bianca, dopo aver appreso che nei depliant e nelle brochure da distribuire ad Expo 2015, il ponente è stato letteralmente tagliato fuori, punta il dito contro le istituzioni locali, che hanno penalizzato un intero territorio dimenticandone le eccellenze.

«È inutile che oggi il presidente del Municipio Ponente Mauro Avvenente protesti e si indigni di questa vergognosa esclusione – dice la consigliera -. Doveva pensarci prima perché è inutile chiudere la stalla quando i buoi sono scappati. La Val Varenna ad esempio, si è mobilitata in tempo ed è riuscita a ritagliarsi uno spazio ad Expo con la sua ‘farinata’».

La consigliera sostiene che è vergognoso che le istituzioni locali abbiano fatto un errore così grossolano e abbiano dimenticato un territorio così importante come il ponente genovese.

«Penso al pesto di Prà, alla focaccia di Voltri, a Villa Pallavicini o alla Duchessa di Galliera – aggiunge Della Bianca -. Un patrimonio di inestimabile valore che a causa dell’inefficienza delle istituzioni locali non ha la possibilità di far bella mostra di sé, nell’importante vetrina milanese dell’Expo, volano economico e turistico per tutto il nostro territorio».