Interrogazione su vaccini antinfluenzali

Interrogazione su vaccini antinfluenzali

Interrogazione con risposta scritta

La sottoscritta Consigliere regionale,

PREMESSO che dalle stime dell’Istituto superiore di sanità ammontano a circa quattro milioni le dosi di vaccino antinfluenzale che il SSN rischia di mandare al macero per le defezioni registrate dalla campagna 2014;

 

CONSIDERATO che per evitare sprechi e dosi al macero basterebbe assoggettare i vaccini a prescrivibilità e farli distribuire alle farmacie che si rifornirebbero dai canali tradizionali. In tal modo, si eviterebbe al SSN l’acquisto di ingenti dosi di vaccino quando la stagione influenzale è solo alle porte;

 

CONSTATATO che secondo una ricerca dell’Istituto superiore di sanità la campagna chiusa a dicembre non solo non è riuscita a tagliare il traguardo del 75% degli anziani vaccinati, ma difficilmente replicherà il 55% della precedente stagione. L’Aifa, in particolare, valuta in un 20% il calo delle adesioni registrate quest’anno;

 

INTERROGA

 

la Giunta e l’Assessore competente

Per sapere:

  • a quanto ammontano le riserve giacenti che dovranno poi essere distrutte;
  • quali sono i dati degli ultimi anni delle giacenze inutilizzate distrutte;
  • se ritiene possibile assoggettare i vaccini a prescrivibilità e farli distribuire alle farmacie valutando anche la possibilità della distribuzione per conto (DPC) con eventuali acquisti di lotti frazionati in base alle esigenze effettive;