Interrogazione su Scarpino post-alluvione

Interrogazione su Scarpino post-alluvione

Interrogazione con Risposta Immediata

La sottoscritta Consigliere regionale

PREMESSO che già in data 14 gennaio 2014 presentai un’interrogazione sulla critica situazione in cui versava la discarica di Scarpino, interrogazione messa più volte all’ordine del giorno in sede consigliare e slittata altrettante volte,  fino ad essere cancellata definitivamente senza avere la possibilità di discuterla;

CONSIDERATO che a seguito dell’alluvione di giovedì 9 e venerdì 10 ottobre 2014 le vasche di raccolta della discarica di Scarpino hanno tracimato e il percolato è finito nel Rio Cassinelle e nel Chiaravagna;

CONSTATATO che l’emergenza ambientale si è ripresentata puntuale nella vecchia discarica mettendo in allarme l’intera delegazione di Sestri Ponente;

CONSIDERATO altresì che la montagna di materiale dell’alluvione accatastato in piazzale Kennedy alla Foce andrà a saturare i volumi residui della discarica di Scarpino;

PRESO ATTO che in una regione come la Liguria, in cui la sinistra ha sempre fatto dell’ecologia e della sicurezza ambientale la sua bandiera, e in cui la Regione ha da poco approvato il nuovo Piano dei rifiuti, siamo ancora al punto zero sul trattamento dei medesimi;

TENUTO CONTO che la situazione è grave e preoccupante soprattutto per gli abitanti della zona intorno a Scarpino, dal momento che non si sa ancora quali sostanze nocive siano presenti nel percolato esondato (cromo, mercurio ecc.);

TENUTO CONTO che la Liguria e l’unica regione d’Italia senza impianti per lo smaltimento dei rifiuti (né di compostaggio, né di incenerimento), quindi la spazzatura  finisce in discarica generando grossi problemi di inquinamento ambientale;

 

 

INTERROGA

il Presidente della Giunta Regionale e l’Assessore al personale

Per sapere:

  • se il Dipartimento Ambiente della Regione Liguria intende intervenire con la massima urgenza e con quali modalità;
  • a  quali alternative e soluzioni rispetto a Scarpino Regione Liguria pensa di optare;